Archivi categoria: Brief an den Vater

L’educazione (siberiana) delle fanciulle

Sto mettendo a ferro e a fuoco molto di me in questi anni, con il contributo (di ferro e di fuoco) di chi ha avuto la disgrazia di conoscermi e di chi ho avuto la disgrazia di conoscere. Il blog … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Brief an den Vater | Contrassegnato , , , | 5 commenti

Il vuoto è sempre muto

Quando te ne sei andato mi hai lasciato che dormivo. Come si fa quando si cullano i bambini, perché non si accorgano che sta arrivando il buio. E io non mi volevo svegliare, proprio come i bambini. Per non vedere … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Brief an den Vater | 9 commenti

Il kajal dei mercati di Jaipur (ritrovato dopo tanto)

Io vorrei solo che tu ti sedessi davanti a me, e che per una volta, una-sola-fottutissima-volta mi usassi come un contenitore vuoto. Vorrei che mi insegnassi tutte le lingue, e in tutte le lingue il nome di dio. Per me … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Brief an den Vater | 1 commento

And it’s you when I look in the mirror

Sono stata nel posto che più mi ricorda te, a festeggiare il tuo compleanno. Un posto che non abbiamo scelto, che non significa nulla, ma che mi fa pensare a me a te e a una giornata fredda e splendida, … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Brief an den Vater, Life, Memories | Lascia un commento

Vorrei conoscer l’ odore del tuo paese

Si avvicina quel giorno che era dedicato a te più degli altri. Più del compleanno e più del 19 marzo. Quel sabato che era santo solo perché era tuo, quando ormai per me di santo aveva ben poco. Sì, non … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Brief an den Vater | Contrassegnato , | 6 commenti