Enough

Basta. Mi eclisso dai commenti. Mi eclisso dalle previsioni, dalle supposizioni, dalle psicosi.

Dagli “hai visto”.

Dagli “hai sentito”.

Dagli “certo gli islamici non sono tutti così ma che paura”.

E lo faccio commentando. Commentando che non è affatto il nostro 11 settembre, perché in mezzo ci sono stati più di 10 anni di guerra di cui hanno pagato il prezzo solo gli occupati. Ma che alla magia del titolo forte non si rinuncia.

Mi eclisso commentando che io non sono per niente Charlie Hebdo, con la massima solidarietà che posso provare per tutti loro, colleghi peraltro, per i quali sono profondamente e sinceramente dispiaciuta, in parte anche impaurita.

Ma io non sono Charlie Hebdo, perché io quelle vignette non le condividevo e non le condividerò, né con loro vivi, né con loro morti.

Che riposino in pace, quella che gli è stata negata da un atto che con la religione ha infine poco a che fare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Daily. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Enough

  1. poetella ha detto:

    ed io sono con te.
    parola per parola.
    Bravo cactus!

  2. momix ha detto:

    io sono charlie, ma non perché condividessi quello specifico modo affilatissimo di far satira, carente di rispetto e, a mio avviso, anche di buon senso. Sono charlie perché qualsiasi idea io esprima non debba essere punita con la morte. Nemmeno quella legale, nemmeno quella degli esecutori.
    Sono charlie perché sono disgustata e spaventata dalla barbarie che si nasconde dietro QUALSIASI giustificazione

  3. tramedipensieri ha detto:

    Io sono charlie per gli stessi motivi che ha espresso momix.
    Ma rispetto il tuo parere.

    ciao
    .marta

  4. lilasmile ha detto:

    Io non so chi sono, sul serio, so che sono una persona che non tollera quel tipo di satira ma anche che condanna ogni atto che può portare odio. Beh questo credo tu lo abbia capito.

  5. redpoz ha detto:

    Essere o non essere Charlie è un dibattito che mi ha un pò stufato (colpevole, per la cronaca).
    Mi astengo anche dal commentare gli ultimi 14 anni.

    Però concordo sul fatto che “non è il nostro 11 settembre”.
    La cosa che più mi lascia perplesso è lo shock con cui si è vissuto l’attacco: a parte il fatto che i servizi segreti, se volevano, sapevano; mi piacerebbe ricordare che in Europa abbiamo vissuto attacchi terroristici diversi fino a ieri (Breivik) o l’altro ieri (Atocha) o qualche giorno fa (Monaco & co.).
    Allora perché tanto clamore? Per Parigi? Perché la satira è una boutade e ci stupiamo che la si prenda seriamente (ma nessuno ricorda Forattini & D’Alema, per restare in patria?)? Perché gli assalitori erano islamici e il giochino delle “civiltà” è facile?

    • mododidire ha detto:

      Esattamente. Non avrei potuto dirlo meglio. E sapevano, sì. Ma a volte è piu facile non evitarle certe cose (non lo dicevo esplicitamente per non cadere nel complottismo grillino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...