Faces

È solo una questione di facce.

L’umanità è divisa in facce che riescono e facce che non riescono. E non conta la sfiga o la Fortuna nel suo bifido senso, passare sopra il gatto nero, o sotto un’impalcatura, o sotto il guano di un piccione in picchiata, non conta che si tocchi le palle anche chi non le ha. Conta la faccia, e senza criterio! Non bella, brutta, austera o sorridente, se no sarebbe semplice.

Nessuna camicia da neonato, la nostra faccia è predestinata al successo e al fallimento senza un perché. Senza che si sappia dove agire, se con un apparecchio ortodontico o con un paio di occhiali nuovi, o una rinoplastica. Se la tua faccia è stocasticamente giusta allora vinci, se no perdi.

Te ne accorgi quando corri verso le porte della metro e queste si chiudono a un centimetro dal tuo naso. Non è colpa tua, non è una tua disattenzione, non è un esame per cui hai studiato poco, e non è colpa della gente, dell’autista, del trabiccolo. Succede. È che proprio fa schifo la tua faccia alla metro, alla giornata, alla vita.

È come quando a Hotel non scegli la macchinetta blu perché ti sembra che ti porti sfiga, o a Trivial Pursuit non scegli il verde perché non ti piace la scienza, anche se poi il  colore non c’entra niente con lo scopo del gioco. Ecco: la tua faccia non c’entra niente con lo scopo quotidiano, ma rischi che sia predestinata a fallire. E opporsi è anche peggio.

A lungo andare uno si sente come la pedina scamuffa del Monopoli del SS. Bastardo dei cieli.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Daily, Life, Moralismi e relativismi, Nugae e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Faces

  1. Aida ha detto:

    un pò come dire che è il destino. o come dico io, se al mattino il caffè non riesce bene, la giornata sarà uno schifo!

    • mododidire ha detto:

      e ma qui tutte le mattine non basterebbe Clooney a farlo uscire bene 😦

      • Aida ha detto:

        le regole sono semplici. è la fuoriuscita che importa. puoi pure essere il maestro della moka, ma se quella fottutissima mattina il caffè non esce, sta tranquillo che sarà una giornataccia!

  2. Scomoda ha detto:

    Come dire, travestiti da Uomo Tigre e affronta la metro!Vediamo se anche così ti chiuderà le porte in faccia! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...