Il bocciolo avvelenato

(*attenzione: questo post è infarcito di luoghi comuni, che – fedelmente al mio nick, ripeto – dicono sempre la Verità)

Ti chiedono di essere paziente, non assillante, comprensiva. Ma quando poi lo sei hanno paura che gli importi troppo poco e piagnucolano.
Ti dicono di non essere autoritaria, di prendere le cose alla leggera, ma quando poi rispondi come vuoi, quando ti pare, senza vincoli, obblighi, orari si sentono sperduti come pulcini nel deserto.
Pisciano sul territorio solo quando non ci sono nemici, hanno bisogno di sentirsi onnipotenti, ma con le protesi da togliere all’occorrenza per non muovere un passo e lamentare sempre un casino al giorno in cui si sono cacciati.
Credono che una chitarra scordata sia la chiave che apre le porte della vagina fino ai 30 anni, una macchina decente fino ai 40, e preferiscono che fingi stupore nel vedergli compiere atti elementari, come suonare o guidare veloce, come se lo avessero inventato appositamente per te. Bevonoperdimenticare come se tracannasserro litri di virilità, per lo stesso motivo, senza considerare che lo sanno fare persino i muscoli volontari.
Amano sentirsi in difficoltà, vantare gli anni di analisi, il rapporto controverso e competitivo con il genitore maschio, sentirsi dire “povero” per dimostrarti il contrario.
Vantano una straordinaria passione per la musica anni ’80 ma se fai un rapido calcolo sai che negli anni ’80 succhiavano ancora latte materno. Cosa che, peraltro, non hanno mai smesso di fare.
Sono profondamente incoerenti nella loro completa incapacità di riconoscere il meglio e la  superiorità di chi hanno di fronte, ma la pretendono. Come pretendono il bastone e la carota, la pin up arrapata e la moglie in carriera.
Si sopportano, mentre si finge di amarli, stimarli e aver bisogno di loro (esaltandone all’occorrenza le prestazioni sessuali), per una mera questione di sopravvivenza della specie oltre che per tenerezza. Un autoinganno e anche eteroinganno,  perché in fondo è alla portata del loro comprendonio e in qualche modo attira la loro gratitudine, di cui le donne necessitano.

Insomma, l’uomo medio è un deludente coglione, molto più dell’essere umano in generale. Un coglione solo però, e in quanto tale, utile a poco. E a soli 20 anni, già ti fa venir voglia di tornare vergine, e restarci.

(**Un po’ ispirato da questo e un po’ in risposta a tutto)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bestiario, cahiers de doléances, Nugae e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Il bocciolo avvelenato

  1. masticone ha detto:

    Beh, quando vuoi le palle le sai tirar fuori però eh…
    come padre putativo sono orgoglioso di te 🙂
    però dai..
    Boni…..
    su ovvia..
    Bonini..sempre se potete
    La vita, prende, la vita dà, poi ripiglia, poi ridà..
    siete giovani e belli…
    e vi voglio bene…
    tanto
    e so che anche voi ve ne volete
    del resto chi se ne frega

    • mododidire ha detto:

      La vita può dare quello che vuole, lei.
      Io ho smesso.
      Anch’io ti voglio bene (e sono una sola, quindi “tu”, non “voi”)
      Muah, pseudobabbo

      • masticone ha detto:

        però cerca di non dare ragione alla mia teoria riportata nel post che citi…
        Decenza please
        decenza…
        facile prima…. molto più difficile poi…

  2. bah, io non è che abbia particolare interesse a difendere la categoria, anzi. su questo ho già commentato sul post di masty.
    potrei sottoscrivere tutto, però, tranne una cosa: la musica degli anni ’80. è incompatibile con tutto il resto che hai scritto. se a uno piace la musica anni ’80, o è un disadattato o s’è dato all’onanismo come unica religione di vita (o entrambe le cose).

  3. germogliare ha detto:

    “Potrei esser tua madre!”, beh, ne sarei molto orgogliosa. Trabocchi di passione e lucidità. E se riconosci il coglione sai di certo riconoscere l’Omo quello con due palle così (segue gesto delle mani ad indicare un grande cerchio).
    E con un applauso alla tua intelligenza, mo ce la cantiamo: Amore Amorissimo 😉

  4. poetella ha detto:

    poetella dice:
    non esiste solo l’omo medio.
    Per fortuna.

    poetella ha detto.,
    Augh

  5. odinokmouse ha detto:

    Ti ho estrapolato il nocciolo del problema:
    “Sono profondamente incoerenti nella loro completa incapacità di riconoscere il meglio e la superiorità di chi hanno di fronte, ma la pretendono.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...