Archivi del mese: aprile 2012

Call me Home

Com’è possibile che a ogni semaforo rosso ci guardiamo intorno anziché guardarci negli occhi? Come abbiamo fatto a ridurci così? Annunci

Vota:

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Near, far, wherever you are.

Riguardando Titanic, e in particolare la scenadellosputo che da piccola mi faceva tanto ridere, da “grande” mi fa pensare questo: che una Rose non dovrebbe chiedere a un Jack di insegnarle a sputare, ma ogni donna dovrebbe, nel conoscerlo, chiedere … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Daily, Nugae | Lascia un commento

in ogni virgola, noi.

“Lei gli prendeva il viso tra le mani, lo costringeva a rimanere lucido per quanto possibile, a guardarla negli occhi. Poi, sprofondandovi, vedeva uno sguardo aperto sull’infinito, e capiva che c’era un luogo in cui era completamente e incondizionatamente amata, … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Adele ma che stai a dì?

Originally posted on il blog di Costanza Miriano:
di Costanza Miriano Siccome sto sempre sulla notizia, è un po’ che sono in fissa con Someone like you, di Adele. Credo che sia andata di moda un’era geologica fa, più o…

Vota:

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“Mutano i cieli sotto i …

“Mutano i cieli sotto i quali ti trovi, ma non la tua situazione interiore, poichè sono con te le cose da cui cerchi di fuggire” (Seneca, de tranquillitate animi)

Domenica con sconosciuti che ti fanno sentire a casa anche quando non lo sei. Gente a cui non importa dove sei esistita e con quale scopo, e che cucina come cucinerebbe mia madre. più l’odore di menta selvatica, che poi te la ritrovi in mano e diventa ortica.

Sentirsi al proprio posto ovunque è una dote, non un difetto.

 

 

Continua a leggere

Vota:

Citazione | Pubblicato il di | Lascia un commento