Archivi del mese: marzo 2012

In terra e per aria

Aurora non aveva nessuna intenzione di dormire quella sera, pretendeva la sua storia, letta da una madre troppo distratta, seduta sul bordo del letto magari, che nella sua piccola mente si trasformava in una dolce signora con occhi sfavillanti, senza … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Memories | Lascia un commento

Vorrei avere il cuore circondato da filo spinato, perché tu possa entrarci con libertà, e farti molto male quando provi ad andare via.

Vota:

Pubblicato in Love | Lascia un commento

Si sta come d’autunno… anche quando è primavera

Quest’8 marzo (che potrebbe essere anche il 7, il 9 o il 10 perché le mie maratone di studio non hanno data) mi ha fatto pensare alla precarietà. Ma non alla precarietà lavorativa, ché ho capito un po’ come va … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in cahiers de doléances, Life | Lascia un commento

quei rumori assordanti che non puoi vedere

Ho grande fiducia nelle parole, certamente nel potere immenso del dialogo, nelle grandiose responsabilità di vita o di morte della parola scritta, soprattutto. È il mio mestiere (era, actually. Non scrivo più da mesi), e non intendo sputare nel piatto … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in cahiers de doléances, Life, Love, Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento